Ansia da prestazione e difficoltà di erezione: cos’è e come curare

ANSIA DA PRESTAZIONE  E DIFFICOLTA’ DI EREZIONE: COS’E’ E COME SI CURA
L’ansia da prestazione è un problema, che colpisce un po’ tutti, quindi comprenderne le dinamiche risulta essenziale per la risoluzione del disturbo.
Se si dovesse chiedere alla maggior parte delle persone ciò che li rende diversi da un computer , probabilmente tutti risponderebbero, la capacità di provare emozioni; infatti gli esseri umani non agiscono come macchine, tuttavia, non tutte le nostre emozioni sono positive.

Alcune, come la rabbia e la paura possono essere molto distruttive, Ci rendono instabili e pieni di tensioni , soprattutto nei muscoli . Questa tensione è causata da un sovraccarico di adrenalina, che entra in circolo ogni volta che bisogna affrontare una situazione stressante, essa provoca iper – vigilanza; in parte , questa reazione è una risposta di sopravvivenza ed è nota come ‘ lotta o reazione di fuga ‘ .
Nel corso della ‘lotta o reazione di fuga ‘ , il corpo cambia il suo modo di operare fisicamente al fine di massimizzare la forza e l’ energia . Questa reazione è una risposta molto potente che serve come funzione di sopravvivenza importante , anche se non è così utile quando ci troviamo di fronte a minacce non fisiche, come la paura di sbagliare e di esibirsi in pubblico . Poiché queste azioni non richiedono l’azione fisica ( come la fuga da una minaccia ) , non si assorbe tutta l’energia del corpo e ci sentiamo subito stressati . In una esibizione pubblica, questo accumulo di adrenalina provoca sintomi come tremori, sudorazione eccessiva e iperventilazione , e interferisce con le prestazioni .
Purtroppo l’orgoglio umano può essere così forte che la paura dell’umiliazione pubblica o la vergogna spesso producono lo stesso grado di panico emozionale come se ci si trovasse di fronte ad una tigre , il termine generale dato per questo tipo di stato fisico è eccitazione . L’eccitazione a lungo termine può influire sulla nostra salute fisica ,si chiama stress ed è una delle aree più studiate della psicologia perché colpisce così tante persone diverse in modi diversi. Lo stress a lungo termine sopprime il sistema immunitario del corpo , ci rende molto nervosi e attenti a potenziali minacce , interferisce anche con il giudizio, col prendere decisioni razionali o valutare realisticamente ciò che sta accadendo .

Il sesso dovrebbe essere un’esperienza piacevole , ma è difficile sentirsi sexy o intimi con il partner quando si soffre di ansia da prestazione sessuale . Quando ci si preoccupa troppo, si finisce con l’essere incapaci di godere di una bella situazione.

Il sesso è molto più di una risposta fisica . L’eccitazione è legata anche alle vostre emozioni , quando la mente è troppo stressata per concentrarsi sul sesso , il corpo non può eccitarsi.

CAUSE DELL’ANSIA DA PRESTAZIONE

Molti e diversi tipi di preoccupazioni possono portare all’ ansia da prestazione sessuale , tra cui :

* La paura che non sarà possibile eseguire bene la prestazione e soddisfare il vostro partner sessuale

* Scarsa immagine corporea , tra cui preoccupazione per il peso

* Difficoltà nel vostro rapporto

* Preoccupazione di un uomo che il suo pene non ‘ sia all’altezza ‘

* La preoccupazione di un uomo di eiaculare prematuramente o prendere troppo tempo per raggiungere l’orgasmo

* L’ansia di una donna di non essere in grado di avere un orgasmo o godere dell’esperienza sessuale

Queste ansie lanciano una risposta detta ” lotta o fuga”, ormoni dello stress come adrenalina e noradrenalina vengono rilasciati in una serie di reazioni che preparano effettivamente il vostro corpo per eseguire o affrontare una minaccia . Naturalmente , il vostro partner non è una minaccia , è per questo che questa risposta è così controproducente per l’intimità .

Che cosa è l’ansia ?

La sensazione ansiogena è molto comune, alcune persone si riferiscono ad essa come sensazione di malessere generale , un senso di presagio e una sensazione di tensione. L’ansia ha sia un aspetto fisiologico che un aspetto psicologico , ed è l’aspetto psicologico che influenza il nostro modo di interpretare le sensazioni . Possiamo diventare ansiosi in alcune situazioni solo perché si percepisce una minaccia , anche dove non c’è. William James , uno psicologo , ha suggerito che tutte le emozioni umane in realtà provengono dalla nostra percezione della condizione o situazione: noi non piangiamo perché sentiamo dolore ma sentiamo dolore perché piangiamo . Ulteriori studi hanno concluso che anche se è la nostra consapevolezza della situazione che produce l’ emozione che effettivamente sentiamo , è la nostra condizione fisica che influenza fortemente il modo in cui percepiamo la realtà. In una situazione di prestazioni , non ci sentiamo in ansia a causa dell’ esecuzione , la situazione è in ansia a causa del nostro modo di sentire .
Sono stati individuati diversi tipi di ansia clinica :

1 . Reattivi risultati di ansia da preparazione inadeguata .
2 . Ansia adattativa è quando il corpo si adatta ad una situazione minacciosa , aumentando il nostro stato di eccitazione . Ciò significa che una certa quantità di ansia può infatti migliorare le prestazioni .
3 . Ansia disadattiva è dove l’ ansia prende il sopravvento e ha un effetto negativo .
4 . Ansia patologica è quando l’eccitazione si verifica in situazioni in cui non siamo in grado di identificare di cosa abbiamo paura .

Cosa è l’ansia da prestazione ?

Ci sono però alcune attività che possono produrre la tensione e l’ansia più velocemente e acutamente come nella prestazione sessuale .
La maggior parte degli uomini hanno sperimentato l’ansia da prestazione in qualche forma e in varia misura . Questa paura può essere sperimentata durante la preparazione per una prestazione, per giorni o addirittura settimane prima, e non solo durante il tentativo di prestazione sessuale . Essa può essere vissuta nel presente ( paura della situazione) come apprensione ( la paura di ciò che potrebbe accadere ) e l’eccitazione ( anticipazione ) . L’ansia da prestazione sessuale non è diversa dall’ ansia generale, sentimenti di paura e apprensione sono accompagnati da una maggiore e prolungata eccitazione fisiologica . L’ eccitazione può essere normale e temporanea , o anormale e di lunga durata ed i sintomi possono essere cognitivi, comportamentali e fisiologici. Reazioni fisiologiche allo stress e all’ansia includono difficoltà di concentrazione , perdita di appetito , aumento della frequenza cardiaca , e mancanza di respiro , vertigini , le ginocchia tremanti, e le mani sudate . Generalmente i sintomi fisiologici sono parte della lotta o di riflesso. Le misurazioni effettuate durante gli studi di ansia da prestazione hanno mostrato anche livelli elevati di adrenalina e noradrenalina nelle urine e questo causa l’iper- vigilanza menzionata precedentemente .
I sintomi cognitivi di ansia da prestazione sessuale includono la paura di sbagliare e sentimenti di inadeguatezza e di preoccupazione per le cose che accadono . I tre componenti dell’ ansia da prestazione, fisiologico, cognitivo e comportamentale, sono gli stessi dell’ ansia generale e non sempre sono correlati A volte i sintomi di ansia da prestazione provengono da una sola componente e altre volte da tutte e tre. È interessante notare che l’ansia da prestazione sembra interessare più le donne che i maschi. L’età sembra essere significativa in materia di ansia da prestazione che suggerisce che quando si invecchia , gli uomini (per risultato dall’esperienza) sono più in grado di far fronte allo stress. L’incapacità di comunicare non è di solito causa di mancanza di desiderio o di mancanza di capacità o talento , ma di solito è il risultato di una tensione fisica , atteggiamenti mentali imperfetti e pressioni sociali. L’unica cosa che non è chiara, è se le tensioni fisiche determinano gli atteggiamenti mentali disfunzionali o se sono gli atteggiamenti mentali disfunzionali che provocano le tensioni fisiche.
Il modello transazionale dello stress suggerisce che l’ansia si verifica quando un individuo è convinto di non avere la capacità di gestire le richieste di una situazione (ansia reattiva ) . Gli studi hanno indicato che alti livelli di ansia sono correlati a bassi livelli di fiducia .
Alcune ricerche sottolineano gli effetti negativi dell’ansia da prestazione, mentre altri si occupano degli effetti positivi , ma la maggior parte della ricerca finora sulle cause dell’ ansia , si è concentrata sui processi cerebrali e fattori psicologici come processi cognitivi e processi di apprendimento . Fin dai primi lavori sull’ ansia, i ricercatori hanno costantemente segnalato una correlazione negativa tra alti livelli di ansia e di realizzazione.

L’ansia può essere sia la causa che l’ effetto del fallimento rispetto alla prestazione sessuale. Gli studi, però, dimostrano che un moderato livello d’ansia, può effettivamente aiutarci a rendere meglio in alcune situazioni. Tuttavia la qualità delle prestazioni comincia a soffrirne se l’ ansia diventa troppo elevata (ansia dusfunzionale) . Negli eventi traumatici che producono ansia, essa diventa una risposta a qualcosa che può accadere e non una risposta a qualcosa che lo fa accadere . Questa è la teoria delle catastrofi ed era originariamente un modello matematico. Il “circolo vizioso” diventa possibile dove la percezione di errori porta al aumento di ansia, portando a più errori fino al collasso della prestazione . L’ansia e lo stress possono influenzare la capacità di auto- riflessione, che abbiamo noi esseri umani . Questo a sua volta può influenzare l’autostima e la fiducia nelle proprie capacità , che può anche far aumentare l’ ansia , e aumenta la probabilità di sviluppare l’ansia da prestazione sessuale patologica.

Quindi, perché l’ansia è così comune – in particolare durante una spiacevole esperienza?
Questa è una domanda difficile a cui rispondere . I ricercatori hanno trovato una correlazione diretta tra l’ansia da prestazione e la nevrosi che ci porta a credere che ci possa essere un legame tra la personalità e l’ansia da prestazione . Come sappiamo, la personalità è fatta di tanti tratti e queste caratteristiche danno origine a tendenze a comportarsi in modi particolari , tra cui essere ansiosi. Inoltre , è importante fare una distinzione tra ansia ‘ tratto ‘ , ( la tendenza ad essere ansioso) e , in realtà, la differenza tra ‘ Stato ‘ e ‘ tratto ‘ non è così chiara . La tendenza di una persona all’ ansia influenzerà il livello di risposta che a una situazione , ma in realtà, la situazione può essere stressante e sarà l’esecutore a reagire ad essa e non la sua innata tendenza ad essere ansioso. Alcuni artisti sono ansiosi in molte situazioni , mentre alcune situazioni sono particolarmente angoscianti . Skinner sosteneva, che era che il nostro ambiente a determinare il nostro comportamento e ci dovrebbe anche rendere consapevoli del fatto che la mera presenza fisica di alcune persone potrebbe avere un influenza su pensieri, sentimenti e azioni se la persona è coinvolta.
Molti ricercatori sostengono che, lungi dall’essere una influenza negativa , l’ansia ‘ Stato ‘ ( Quando i livelli di ansia di una persona sono influenzati da una situazione ) ha proprietà motivazionali e di aiuto che sono di beneficio per le prestazioni , si pensa anche l’ansia può essere motivazionale. L’eccitazione può essere migliorata dall’ ansia e aumenta quindi i gradi di sensibilità e immaginazione . In altre parole , una piccola quantità di ansia non solo è normale, ma è anche utile e necessario per eseguire compiti più efficientemente.
Quindi , le cause dell’ ansia possono derivare da molte cose diverse e ci sono fattori che possono contribuire all’ ansia da prestazione: troppa pratica , troppo poca pratica (ansia reattiva ) paura della malattia , le aspettative di altre persone , la ricerca della perfezione tecnica , l’esecuzione e una predisposizione all’ansia. ( Ansia di tratto e ansia disadattiva ) Identificare la causa della vostra ansia è importante così come identificare da quale gruppo provengono i sintomi, è significativo per decidere quale terapia perseguire. L’ansia è una parte intrinseca della natura umana e la ricerca è stata focalizzata su come sfruttare lo stress e trasformarlo in una forza positiva . Se si impara perché qualcosa accade, di solito diventa meno spaventoso , ma purtroppo la tensione ha un ruolo sproporzionato nella vita quotidiana di molti artisti che devono trovare un modo per farvi fronte .

Gli psicologi fanno una distinzione tra due tipi di strategia di coping, strategia focalizzata sul problema e strategia focalizzata sull’emozione. I pazienti dovrebbero far fronte alle conseguenze emotive dello stress , piuttosto che cercare di cambiare la situazione .
Si ritiene, che l’ansia da prestazione rappresenta un obiettivo terapeutico particolarmente appropriato per la terapia cognitivo – comportamentale.

La terapia cognitivo comportamentale è un approccio importante coinvolto nel trattamento dell’ansia, essa si basa sull’uso di entrambi gli approcci comportamentali e cognitivi .
Le terapie comportamentali sostengono che l’ansia è una risposta appresa o condizionata ad una particolare situazione e la terapia cerca di rompere il legame tra la situazione e la risposta . Un malato può essere esposto alla situazione temuta in quantità crescente , mentre impiega una tecnica di rilassamento . Le terapie cognitive assumono che le distorsioni di pensieri e convinzioni di una persona possano portare a una serie di problemi, tra cui l’ansia. Diventare consapevoli dei pensieri negativi e cercare di sostituirli con pensieri più positivi è parte del trattamento utilizzato nella terapia cognitivo-comportamentale. Immaginare la situazione mentalmente, aiuta alcune persone a superare la loro ansia . L’immaginazione è uno strumento potente e non deve essere sottovalutato .
La combinazione di entrambi questi metodi, la terapia cognitivo comportamentale si è dimostrata più efficace del solo metodo comportamentale o cognitivo. Il trattamento combinato ha mostrato la maggior parte dei benefici.
Altre terapie sono utilizzate in modi molto simili.

La Desensibilizzazione sistematica si propone di sostituire gradualmente la risposta di paura e di ansia con una risposta alternativa . Un altro metodo è la modificazione del comportamento , che è specificamente rivolto a cambiare il comportamento , e quindi i sintomi comportamentali , ma non è interessato ai pensieri e sentimenti della persona. Si hanno maggiori probabilità di vedere un comportamento positivo se il soggetto viene premiato con il rinforzo positivo . Come detto prima , l’ansia è accompagnata da una maggiore e prolungata eccitazione fisiologica . Un’idea importante per l’approccio psicodinamico è la certezza che le nostre esperienze infantili hanno una notevole influenza sul nostro comportamento da adulti . Ciò implica che dietro alcuni episodi di ansia da prestazione potrebbe esserci qualche brutta esperienza passata.

Un altro possibile trattamento è l’ipnositerapia. Di solito questo consisterebbe in sedute di rilassamento , suggerimenti tra cui la respirazione , immagini visive e suggestioni verbali che collegano queste immagini per un maggior controllo mentale . L’ipnositerapia non sembra aiutare per la cura dell’ansia da prestazione, ma sono necessarie ulteriori ricerche per confrontare l’efficacia dell’ ipnositerapia per altre terapie normalmente usate per trattare l’ ansia da prestazione per valutare realmente la sua utilità.
La fiducia e un senso di realizzazione sono i migliori sostituti per la paura o l’ansia . Se ti concentri quando pratichi , questo porterà a competenza e fiducia.

Purtroppo un sacco di dichiarazioni circa l’ansia di prestazione sono basate sulla speculazione e la valutazione di parte piuttosto che sui risultati della ricerca. Ma da una revisione della letteratura, vi è stata solo una piccola ricerca sulla possibile correlazione tra tipi di personalità e ansia da prestazione.

E ‘importante che l’ansia da prestazione venga studiata insieme alle componenti fisiologiche e comportamentali anche insieme ad altri aspetti importanti

.

1 . Il collegamento tra l’autostima e l’ansia di prestazione.
2 . Il ruolo del partner .
3 . Il possibile ruolo di alcune credenze e valutazioni sbagliate
4 . Le conoscenze tecniche rispetto agli organi sessuali e alla sessualità

L’ansia dovrebbe essere vista come un campanello d’allarme utile che ci avverte in caso di pericolo e ci permetterà di prendere misure per evitare eventuali conseguenze dannose.. Gli errori commessi in precedenza dovrebbero essere visti semplicemente come modi da non usare e non come errori. Con particolare attenzione al relax , la preparazione e la scoperta di sé , l’ansia può essere controllata . Imparare a controllare i nostri sentimenti e l’ansia attraverso varie tecniche di rilassamento ed iniziare quanto prima una psicoterapia cognitiva comportamentale la quale è importantissima per aiutarci a vincere l’ansia da prestazione .

SINTOMI DELL’ANSIA DA PRESTAZIONE

Lo stato d’animo può avere un grande impatto sulla capacità di eccitarsi, anche se sei con qualcuno che trovi interessante sessualmente , preoccuparsi di soddisfare il vostro partner può rendere impossibile proprio farlo. Negli uomini , uno degli effetti degli ormoni dello stress è quello di costringere i vasi sanguigni, meno sangue che scorre nel pene rende più difficile avere un’erezione; anche per gli uomini che normalmente non hanno alcuna difficoltà a raggiungere l’eccitazione, può diventare un problema raggiungerla quando sono oberati dall’ ansia da prestazione sessuale .

L’ansia da prestazione sessuale non viene diagnosticata tanto nelle donne, quanto negli uomini , ma può influenzare anche l’eccitazione nelle donne; infatti l’ansia può impedire alle donne di essere lubrificate abbastanza per fare sesso , e può venir meno il desiderio fisico di fare l’amore .

L’ansia può colpire sia gli uomini che le donne, e può derivare anche da distrazione, infatti un amante distratto è un amante distratto , che può farvi sentire come un fallimento; anche se si è in grado di eccitarsi , si può essere troppo distratti per raggiungere l’orgasmo .

L’ansia da prestazione sessuale conduce ad un ciclo perpetuo, si diventa così ansiosi prima di fare sesso, da non essere più in grado di farlo; il che porta ad ancora più ansia da prestazione sessuale

DI COSA SI HA PAURA NELL’ANSIA DA PRESTAZIONE

Partiamo da una cosa certa: gli uomini sono umani, non siamo infallibili , proviamo dolore e sentimenti, non siamo fatti di soli muscoli e non siamo fortezze impenetrabili della tenacità . Tutti gli uomini sperimentano tutta la materia di difficoltà circa il corpo, l’ immagine e le ansie sul sesso . Quindi, se questo accade alla maggior parte degli uomini , perché abbiamo così paura di parlarne?

Da dove viene l’ansia da prestazione?

Il nostro corpo utilizza l’ansia come un sistema di allarme per la protezione in caso di pericolo , di minacce o situazioni ostili , il nostro corpo ci dice che dobbiamo prestare molta attenzione a ciò che ci circonda per il nostro benessere e per la sopravvivenza. L’ansia funziona bene quando siamo a caccia o in battaglia , ma durante le interazioni sessuali o durante un rapporto sessuale no. Ci alleniamo ad usare l’ansia come un processo protettivo che ci avverte del pericolo e purtroppo , questo accade anche in camera da letto. Molti teorici cognitivi , ricercatori ed esperti credono che possiamo rafforzare il circuito cerebrale associato all’ ansia, basato in parte su modelli ripetitivi . Detto questo , gli esperti ritengono inoltre che siamo in grado di annullare l’intensità di queste reazioni ansiose . In sostanza , è possibile cambiare il modo in cui reagiamo ai fattori di stress .

Per gli esseri umani , l’ansia e lo stress possono creare cortisolo e adrenalina , che producono una sensazione che simula un elevato stato di allerta; è l’opposto di sentirsi rilassato e calmo. Molti problemi sessuali come l’eiaculazione precoce , disfunzione erettile ed eiaculazione ritardata sono associati ad alti livelli di stress e ansia , che possono inibire il flusso di sangue , rendendo più difficile l’erezione , aumentando la tensione muscolare del corpo , fino a desensibilizzare i genitali .

Cicli di feedback negativi sono cicli negativi che rafforzano, ripetendo gli stessi schemi, le esperienze più e più volte . Gli uomini con ansia da prestazione spesso ricreano esperienze sessuali negative nella loro mente, prima, durante e dopo il sesso . E ‘una profezia che si autoavvera , che ci costringe a rivivere il trauma , il dolore , la frustrazione , l’imbarazzo , la vergogna e il senso di colpa che forse abbiamo sentito nel corso di una esperienza sessuale, oberati dall’ansia.

Spesso una persona che ha una esperienza sessuale percepita come fallimentare e si sofferma su di essa, sgretolando la propria fiducia sessuale, l’autostima e comincia a fare pensieri negativi su se stessa ( rafforzamento dei percorsi neurali di ansia da prestazione sessuale ) . I nostri pensieri e sentimenti negativi si solidificano , e quindi diventano convinzioni fondamentali . Quando si presenterà la prossima occasione sessuale, l’ansia sarà la risposta di rinforzo iniziale , e nella mente c’è posto solo per il fallimento percepito. Se pensiamo che stia per accadere , è più probabile che accada, quando lo si fa , si instaura un circolo vizioso di forme di ansia da prestazione sessuale , caricato da insicurezze , preoccupazioni, PE , ED , DE e tutti gli altri bagagli mentali ed emotivi che scegliamo di portare sulle nostre spalle in camera da letto .

Le distorsioni cognitive raggiungono i nostri anelli di retroazione negativa e sfidano a pensare alla realtà. La catastrofizzazione, è dove ci aspettiamo un disastro ed esageriamo , o si riduce l’importanza di qualcosa . Una distorsione cognitiva è quella di saltare alle conclusioni , che spesso alimenta pensieri mente – corsa . Se una persona eiacula velocemente , può anticipare ciò che il suo compagno pensa , sente o vive . Si parla di pensiero polarizzato quando una persona pensa in termini estremi, senza vie di mezzo .

SINTOMI DELL’ANSIA DA PRESTAZIONE

Il tuo stato d’animo può avere un grande impatto sulla capacità di eccitarsi, anche se sei con qualcuno che trovi interessante sessualmente , preoccuparsi sulla capacità di soddisfare il vostro partner può rendere impossibile proprio raggiungere questo proposito .

Negli uomini , uno degli effetti degli ormoni dello stress è quello di costringere i vasi sanguigni, meno sangue che scorre nel pene rende più difficile avere un’erezione . Anche gli uomini che normalmente non hanno alcuna difficoltà a raggiungere l’eccitazione possono diventare incapaci di avere un’erezione quando sono oberati dall’ ansia da prestazione sessuale .

L’ansia da prestazione sessuale non viene diagnosticata spesso nelle donne, ma colpisce soprattutto gli uomini , ma può influenzare anche l’eccitazione nelle donne. L’ansia può impedire alle donne di essere abbastanza lubrificate per fare sesso , e può calare il desiderio fisico di fare l’amore .

L’ansia da prestazione sessuale conduce ad un ciclo perpetuo, si diventa così ansiosi sul sesso che non è possibile praticarlo , il che porta ad ancora più ansia da prestazione sessuale .

SINTOMI FISICI DELL’ANSIA DAPRESTAZIONE

Quando si manifesta l’ansia da prestazione , due cose accadono fisicamente nel corpo:

– Il corpo si irrigidisce quando si stanno per avere rapporti sessuali, provocando una totale assenza di erezione.

– Il corpo è teso e stressato nella vita quotidiana, si manifestano anche mal di testa minori, che non si avevano prima.

Ed ecco il punto : perché si abbia l’erezione , è necessario essere rilassati , è un fatto scientifico .

E’ molto utile praticare delle tecniche di rilassamento.

In realtà l’ obiettivo è quello , idealmente , di diventare una persona più rilassata in generale . Si può cominciare con l’indossare abiti comodi, non distrarsi mentre si cerca di rilassarsi, ascoltare della musica, respirare profondamente abbandonando qualsiasi tipo di pensiero e infine rilassare i muscoli.

CAUSE DELL’ANSIA DA PRESTAZIONE

Molti problemi differenti possono causare l’ansia da prestazione sessuale, una delle più comuni cause dell’ ansia da prestazione sessuale è semplicemente un elevato livello d’ansia .

Altre cause di ansia da prestazione sono:

* Pressione sociale – La pressione sociale è una delle cause più comuni dell’ ansia da prestazione . Gli uomini temono che la loro capacità di soddisfare una donna, influenzi la loro reputazione anche all’esterno della coppia; e le donne si preoccupano che gli uomini le giudichino per il loro aspetto fisico e per le loro abilità sessuali.

* Inesperienza – L’inesperienza può causare disfunzioni sessuali secondarie che possono portare all’ ansia da prestazione . L’eiaculazione precoce , per esempio , è abbastanza comune in coloro che hanno poca o nessuna esperienza sessuale , eppure quando si verifica può causare vergogna , a tal punto da portare allo sviluppo dell’ ansia da prestazione e , purtroppo a problemi sessuali maggiori.

* Problemi di prestazioni sessuali sono anche un effetto collaterale di alcuni farmaci per l’ansia , e l’ansia per la prestazione sessuale tende ad essere più comune in coloro che non hanno mai fatto l’amore in passato.

sarebbe bello avere soluzione rapida per l’ansia da prestazione sessuale , ma come tutte le forme di ansia si tratta di un processo a lungo termine . Tutti possono superare questi problemi , ma ci vuole lavoro, dedizione , e decisioni intelligenti . Ecco alcune importanti strategie per superare quest’ ansia :

* Parlare e confrontarsi con il partner- Una delle cose peggiori che si possono fare quando si ha questo tipo di ansia da prestazione, è cercare di combatterla senza dirlo al vostro partner. Questo farà sì che la vostra ansia peggiori, è fortemente consigliato di dire al vostro partner, prima di fare l’amore, che avete quest’ ansia e le sensazioni che essa provoca. Molto probabilmente il vostro partner capirà , e potrete lavorare insieme per risolvere il problema.

* Fare l’amore – L’esperienza – soprattutto con la stessa persona – è una cura per l’ansia sessuale, questo perché l’esperienza dice alla mente che non è necessario essere abili; si riduce così la paura che la vostra prestazione sessuale sia fallimentare.

* Non essere timido nei preliminari – La maggior parte dell’ansia da prestazione è dovuta al pensiero se il partner stia godendo della situazione oppure no; è possibile ridurre alcune di queste preoccupazioni cominciando con i preliminari , in modo che anche se le vostre prestazioni sessuali non sono ciò che voi o il vostro partner avevate desiderato,ne resterete comunque soddisfatti.

* Esercizio – Essere sicuri del vostro corpo e della vostra energia è una parte importante per superare l’ansia sessuale . Quanto più si riesce a non pensare a se stessi e a come l’altro vi vede, più facile è impegnarsi nelle attività sessuali senza stress.

Infine , avrete assolutamente bisogno di controllare l’ansia generale . I soggetti che soffrono d’ansia, sono molto più inclini a sperimentare l’ansia anche in camera da letto.

LE CAUSE DELL’ ANSIA DA PRESTAZIONE DIPENDONO DALLA MENTE…

E ‘stato detto che il più grande organo sessuale è il cervello, infatti è sbagliato pensare che il sesso è solo fisico; gli atteggiamenti e il modo in cui la mente è focalizzata hanno un enorme impatto sull’ esperienza sessuale .

A volte l’eccitazione sessuale può sconfinare nell’ ansia, è necessario che un giusto livello di eccitazione si mescoli con un senso di fiducia “proviamo a rilassarci e vediamo cosa succede ” .

È inoltre necessario

* Focalizzarsi sulla persona con cui ti rapporti , per incoraggiare quei momenti meravigliosi in cui ci si sente totalmente connesso. Futuro e passato scompaiono, il che significa che anche l’ansia per quello che potrebbe o non potrebbe accadere, scompare .

* Dimenticare la “meccanica” del sesso – se durerà o se si avrà l’erezione . Il sesso meraviglioso è come una grande arte o poesia che non può essere ‘ classificato ‘ come un progetto scolastico di matematica . Una poesia potrebbe essere breve e semplice , ma qualcuno , senza sapere il perché, la ama.

A volte si pensa che per eliminare il problema,basti evitare il sesso, ma ciò tende solo ad aumentare l’ansia da prestazione sessuale , perché la mente ha una maggiore sensazione di paura per qualsiasi cosa si stia evitando . Il sesso è una parte , ma non è tutto di un rapporto fisico più ampio che puoi avere con il partner; Molte donne riferiscono di amare di più l’ affetto e la vicinanza, l’ abbracciarsi e tenersi stretti mentre si è nudi , piuttosto, a volte, dell’atto sessuale in sé .

CAUSE DELL’ANSIA DA PRESTAZIONE SESSUALE

Non è possibile essere estremamente ansioso e sessualmente eccitato allo stesso tempo, Questa è una semplice verità circa il modo in cui il corpo e la mente lavorano insieme; e sfortunatamente , molte persone , prevalentemente gli uomini, non lo capiscono.

L’ansia da prestazione sessuale è spesso parte dell’ ansia sociale, per cui le persone possono sentirsi inferiori agli altri, o troppo preoccupati per come vengono visti dagli altri. Quando la fiducia è bassa, aumentano le convinzioni negative e siamo più vulnerabili.

La mente umana ha la tendenza di cercare le ragioni di tutto ciò che accade, e poi cerca di escludere ciò che più ferisce, creando delle ‘verità’ valide per se stessi.

La difficoltà, nel mondo di oggi , è l’insicurezza generale su ogni cosa; per esempio , l’uomo ansioso, non vede una mancanza di interesse sessuale per qualcuno che gli amici trovano attraente come un esempio di gusto personale , ma piuttosto come un segno che c’è qualcosa di sbagliato in lui . Se si tenta quindi di generare un tale interesse al fine di essere ‘normale’ e non si riesce a raggiungerlo , è probabile che si vada alla ricerca delle cause all’interno di se stessi. Per queste ragioni è improbabile che abbiano la meglio i pensieri razionali , ma piuttosto si tenderà a parlare di inutilità personale come la causa del problema.

Gli uomini ansiosi a livello sessuale, cominciano anche a d avere dei dubbi circa l’orientamento sessuale . L’ uomo ansioso comincia a chiedersi se è attratto da altri uomini, questo porta inevitabilmente ad una eccessiva preoccupazione quando si rileva un qualsiasi sentimento positivo in se stesso per un altro uomo. Ignaro del fatto che ognuno di noi ha una scala di interesse per gli altri , uomini e donne, comincerà a sorvegliare i suoi pensieri e le emozioni . Ancora una volta , inevitabilmente , questo significa che egli avrà pensieri sul sesso, ogni volta che sarà a contatto con un uomo che non trova del tutto repellente , perché egli ha creato nella sua mente un legame tra gli uomini attraenti , la paura e il sesso. Questo è un altro tratto comune a tutti gli esseri umani. Così ‘ vedere un uomo di bell’aspetto , e pensare al sesso, diventa una risposta cronica per quest’ uomo sessualmente preoccupato e lo rende ancora più vulnerabile e insicuro.

Un’altra area colpita dall’ansia sessuale è quando la persona interessata si preoccupa della propria ‘performance’ . Ancora una volta , questa è quasi sempre una preoccupazione maschile, poiché le donne tendono a non preoccuparsi molto di questa area della sessualità, ma si soffermano sulla percezione fisica che ha il partner di loro . Come detto in precedenza , mantenendo l’eccitazione fisiologica , l’erezione , è praticamente impossibile quando l’uomo è molto ansioso , così diventa un circolo vizioso : per un motivo o un altro , l’ uomo si preoccupa per la propria sessualità e / o per le prestazioni , in modo che quando avrà un rapporto, si preoccuperà per la sua abilità . Questo molto probabilmente provoca la perdita di erezione e un successivo enorme aumento dell’ ansia , anche nei rapporti futuri. Quando l’uomo ansioso riesce a mantenere elevate le prestazioni sessuali , significa che è spettatore di se stesso. Questo significa che l’ uomo sta guardando se stesso, monitora il suo successo con poca o nessuna preoccupazione per il suo partner, questo significa non solo che le esigenze del partner non sono rispettate, ma anche che l’uomo non è in contatto con i cambiamenti in atto durante il rapporto.

Potrebbe anche significare che il coinvolgimento dell’uomo nell’atto sessuale è tutto volto all’orgasmo piuttosto che all’intima celebrazione di una relazione.

Questo può portare un uomo con un disturbo d’ansia, a coinvolgere la sua autostima, cominciando a credere di dover avere un dato numero di rapporti sessuali alla settimana per essere ‘ un vero uomo ‘; questo non ha praticamente nulla a che fare con una relazione d’amore.

Se l’uomo non è in grado di vedere al di là del soddisfacimento dei propri bisogni, potrebbe risultargli estremamente difficile capire perché la sua vita sessuale è così insoddisfacente .

Una difficoltà sessuale finale può sorgere quando un uomo si aggrappa alla convinzione errata che gli uomini sono sempre pronti , disposti e in grado di avere rapporti sessuali soddisfacenti, questo non è assolutamente vero poiché entrano in gioco delle variabili, quali: stanchezza , la malattia , l’ansia , o semplicemente non è il momento giusto. Se l’uomo in questione ha un elevato livello di autostima, allora la persona in questione può vedere l’eccitazione sessuale come mezzo di controllo sulla normalità : il desiderio di rapporti sessuali significa che tutto va bene, al contrario il disinteresse sessuale significa che questa persona è anormale .

Come per ogni forma di ansia , è fondamentale mettere in discussione la propria ‘verità’. Se una data ‘verità’ ci sta provocando del dolore , allora è il momento di tirarla fuori e indagarla; le probabilità sono che sarà dimostrato che si faceva affidamento ad un cumulo di sciocchezze che abbiamo preso per veritiere. Essere adulti significa anche che non è più come quando eravamo bambini, quando si riteneva vero tutto ciò che ci veniva detto dai nostri genitori; ma significa fare affidamento sulle esperienze vissute per discernere la verità dalle credenze. Mettere in discussione una ‘verità’, non significa mancanza di rispetto per la persona che ha alimentato in noi tale credenza, è invece un requisito per chi vuole crescere e svilupparsi emotivamente . Il lavoro è duro ma è un’attività essenziale per la persona che veramente vuole essere curare il disturbo d’ ansia.

Se ti senti ansioso e stressato in generale nella vita, allora questo può facilmente coinvolgere la vostra vita sessuale . Lo ‘stress’ può essere causato da troppo alcol , caffè o tabacco, così come dal troppo lavoro senza mai prendersi del tempo per rilassarsi .

Sarebbe utile prendere provvedimenti per eliminare il maggior numero possibile di fattori di stress; si potrebbe iniziare a rilassarsi regolarmente e prendersi del tempo per il divertimento in modo non competitivo .

ANSIA E SESSO

E ‘ importante sottolineare che l’ansia può facilmente influenzare la vostra vita sessuale, Ma se si elimina l’ansia , tutto migliorerà .

Di che tipo di ansie stiamo parlando ?

Ansie maschili e femminili:

* Lui pensa che non sono brava a letto ?

*Rimarrò incinta?

* Dovrei fare questo a tutti ?

solo femminili:

* Penserà che il mio seno è troppo piatto , grosso o cadente ?

* Penserà che i miei genitali sono brutti ?

* Riuscirà a non gradire il mio odore?

* Cosa succede se non riesco a venire ?

solo maschili

* Sarò in grado di avere un’erezione ?

* Sarò in grado di mettere un preservativo ?

* Sarò venuto troppo presto ?

* Pensa che il mio pene non è abbastanza grande ?

* Riderà di me ?

In effetti, alcune di queste preoccupazioni sono perfettamente ragionevoli, soprattutto se sei un adolescente che sta per fare sesso non protetto; è perfettamente normale essere in ansia per il rischio che si sta per correre . Ma un sacco delle ansie sessuali di cui sopra, sono davvero molto irrazionali, e, soprattutto , tendono a peggiorare la situazione .Come l’ansia peggiora la situazione?

Il motivo è abbastanza semplice . il suo corpo tende a rilasciare automaticamente sostanze chimiche nel flusso sanguigno, questi includono l’adrenalina che deriva principalmente dalle ghiandole surrenali , che si trovano appena sopra i reni .

La maggior parte delle persone hanno sentito parlare di adrenalina e tendono a pensare che sia ‘ una buona cosa ‘ perché ti fa correre più veloce o saltare più lontano, come si sente dire per le gare sportive. Ma quando è il sesso ad essere interessato, queste sostanze chimiche, non sono una buona cosa, in realtà hanno un effetto davvero negativo sui rapporti sessuali .

Ad esempio, negli uomini possono:

* Far perdere l’erezione

* Rendere difficile l’erezione per inserire un preservativo

* Provocare troppo presto l’orgasmo .

E nelle donne , l’ effetto delle sostanze chimiche può:

* Stringere le pareti della vagina

* Rendere difficile il rilassamento

* Rendere difficile raggiungere l’orgasmo .

ANSIA DA PRESTAZIONE: LE CAUSE CHE STANNO ALL’ESORDIO DEL PROBLEMA

L’ansia da prestazione è uno dei principali problemi che gli uomini sperimentano a livello sessuale ed emotivo . Il sesso dovrebbe essere un’esperienza piacevole , ma è molto difficile sentirsi sexy o intimi con il partner, e soprattutto con un nuovo partner, quando si soffre di ansia da prestazione sessuale .

Siamo costantemente bombardati con gli ideali della società della sessualità maschile nei media , che creano aspettative poco realistiche di ciò che un uomo dovrebbe essere e a come si dovrebbe essere in camera da letto . Queste inserzioni pubblicitarie, non fanno che aumentare le insicurezze degli uomini che possono avere alcuna disfunzione sessuale , e soprattutto i giovani inesperti . Non è una sorpresa quindi, che per alcuni uomini , tutte queste aspettative possono influenzare la fiducia in se stessi.

L’ansia e lo stress possono aumentare i livelli di cortisolo, adrenalina e endorfine, ormoni sicuramente non ideali per le interazioni sessuali. Alti livelli di stress e ansia , che inibiscono il flusso di sangue nel pene , possono portare a difficoltà di erezione , eiaculazione precoce e all’incapacità di eiaculare .

L’ansia da prestazione può iniziare improvvisamente , anche in relazioni stabili e sane, a volte una singola occasione , dove un uomo perde la sua erezione o eiacula troppo rapidamente , può essere sufficiente a sollevare dubbi nella sua mente e può causare ansia la prossima volta . Quando egli anticipa problemi circa la sua prestazione , allora diventa una paura che si autoavvera .

E ‘ importante, quando si verifica un problema come questo, che un partner mostri empatia , e uomini e donne dovrebbero rendersi conto che è normale per la maggior parte degli uomini avere problemi di erezione in qualche momento della loro vita .

Il disturbo più comune per gli uomini è l’eiaculazione precoce (EP ) , di cui ne soffre circa il 40% della popolazione maschile . Si verifica spesso con i giovani che non hanno esperienza e quando si verifica provoca vergogna e imbarazzo. Tuttavia ci sono uomini che eiaculano sempre entro due minuti , che vorrebbero durare più a lungo, PE viene trattata spesso con farmaci antidepressivi che interferiscono con il metabolismo e con i livelli di serotonina nel cervello; bisogna ricordare che la funzione dei farmaci è quella di alleviare i sintomi, ma non risolvono assolutamente il problema.

Il sesso dovrebbe essere un’esperienza piacevole , ma è difficile sentirsi sexy o intimi con il partner quando si soffre di ansia da prestazione sessuale . La preoccupazione costante per il tuo aspetto o per le tue capacità a letto può fare del sesso un evento stressante e snervante, tanto da evitare di avere rapporti sessuali .

Il sesso è molto più di una risposta fisica, e l’eccitazione è legata alle vostre emozioni ; quando la mente è troppo stressata per concentrarsi sul sesso , il corpo non riesce ad eccitarsi.

CAUSE DELL’ANSIA DA PRESTAZIONE

Molti diversi tipi di preoccupazioni possono portare all’ ansia da prestazione sessuale , tra cui :

* La paura che non sarà possibile soddisfare il vostro partner sessuale

* Scarsa immagine corporea , tra cui preoccupazione per il peso

* Preoccupazione di un uomo che il suo pene non sia ‘ all’altezza ‘

* La preoccupazione di un uomo di eiaculare prematuramente o impiegare troppo tempo per raggiungere l’orgasmo

* L’ansia di una donna di non essere in grado di avere un orgasmo o godere dell’esperienza sessuale

Queste ansie causano una risposta detta ” lotta o fuga .” Ormoni dello stress, come adrenalina e noradrenalina, vengono rilasciati in una serie di reazioni che si sviluppano effettivamente per preparare il vostro corpo ad affrontare una minaccia . Naturalmente , il vostro partner non è una minaccia , è per questo che questa risposta è così controproducente per l’intimità .

COME SUPERARE L’ANSIA DA PRESTAZIONE SESSUALE

Se si soffre di ansia da prestazione sessuale , è necessario consultare un medico o qualcuno con cui ti trovi bene a discutere della propria vita sessuale . Il medico può fare qualche test per assicurarsi che la causa non sia una condizione di salute o un farmaco che provochi i problemi di prestazioni sessuali. Durante l’esame il medico chiederà della vostra storia sessuale per scoprire da quanto tempo si soffre di ansia da prestazione sessuale e che tipo di pensieri interferiscono con la vostra vita sessuale .

Farmaci e altre terapie possono aiutare il trattamento della disfunzione erettile e altri problemi sessuali che sono dovuti a cause fisiche; se non si tratta di un problema medico , il medico potrebbe suggerire di provare uno di questi approcci :

-Parlare con un terapeuta per fissare un appuntamento con un consulente o terapeuta esperto nel trattamento di problemi sessuali . La terapia può insegnare a sentirsi più a suo agio con la propria sessualità , e può aiutare a capire, e quindi ridurre o eliminare, i problemi che causano l’ ansia da prestazione sessuale . Gli uomini che sono preoccupati per l’eiaculazione precoce , per esempio , possono provare alcune tecniche che aiutano ad acquisire maggiore controllo dell’eiaculazione .

-Siate aperti con il vostro partner . Parlare con il vostro partner dell’ ansia può contribuire ad alleviare alcune preoccupazioni . Cercare di trovare una soluzione insieme potrebbe effettivamente avvicinare di più la coppia e migliorare il rapporto sessuale .

-Creare intimità in altri modi . Ci sono molti modi per essere intimo , senza in realtà fare sesso; ad esempio fare al partner un massaggio sensuale o fare un bagno caldo assieme. A turno provare piacere a vicenda con la masturbazione in modo da non sentirsi sempre sotto pressione.

-Distrarti . Provate a mettere qualche musica romantica o un film sexy mentre si fa l’amore, pensate a qualcosa che si accende . Allontanando la mente dalla prestazione sessuale può aiutare a rimuovere le preoccupazioni che impediscono l’eccitazione.

COME SUPERARE L’ANSIA DA PRESTAZIONE SESSUALE

Uno dei maggiori ostacoli sessuali ed emotivi per gli uomini di oggi è l’ansia da prestazione . Coloro che affrontano il problema in maniera regolare sanno che è paralizzante e debilitante preoccuparsi di esso; il problema è nel termine stesso : ” ansia da prestazione “.

Tutti pensiamo al sesso come un atto, una performance, con un ruolo atteso a cui siamo tenuti a conformarci . Forse la nostra ansia circa il sesso viene dalle aspettative imposte dalla mascolinità nella nostra cultura , dal guardare film porno , dalle nostre rappresentazioni di come gli uomini agiscono nei media , da paure o insicurezze che alimentano questa necessità di esecuzione .

Gli uomini di solito vedono il sesso come goal-oriented , orientato alle prestazioni , all’orgasmo e all’ erezione.

Secondo studi recenti, circa il 40 % degli uomini ha esperienza di eiaculazione precoce (EP) , circa il 20% ha una mancanza di interesse per il sesso e circa il 15 % di uomini ha esperienza eiaculazione ritardata ( DE) e non riesce a raggiungere l’orgasmo durante il sesso . Questi numeri rappresentano delle preoccupazioni cliniche, alla maggior parte di essi non sono clinicamente diagnosticati problemi sessuali , ma avranno occasionali attacchi con PE , DE o preoccupazioni della libido per tutta la vita .

Uno studio ha rilevato che circa un terzo degli uomini sperimenta qualche tipo di disfunzione erettile (DE ) , almeno una volta l’anno, e che lo stress psicologico era in cima alla lista delle cause per la disfunzione erettile. E’ verificato anche che uomini sopra i 50 anni hanno problemi di DE, quasi il 60 %, e dai 70 anni , oltre l’80 % l’hanno sperimentato .

Alcuni ragazzi fingono di aver raggiunto un orgasmo per evitare di ferire i sentimenti dei loro partner perché hanno difficoltà di comunicazione , o perché l’ ansia da prestazione è così intensa che l’orgasmo o l’eiaculazione sono quasi improbabili da raggiungere.

Indipendentemente dal fatto che le preoccupazioni sessuali vengano prima o come risultato dell’ ansia da prestazione , la parte importante da riconoscere è che spesso vanno di pari passo . Affrontiamo la realtà : le preoccupazioni sessuali e l’ansia da prestazione sono comuni , e colpisce ogni ragazzo a vari livelli; dobbiamo accettarlo come una parte della sessualità maschile , dobbiamo capire che è la natura umana , abbiamo bisogno di iniziare a parlarne. Tenere le preoccupazioni sessuali e l’ansia da prestazione segreta, o interiorizzarle e reprimerle, non fa che peggiorare i problemi .

POSSIBILI SOLUZIONI PER L’ANSIA DA PRESTAZIONE

Ci sono vari modi per gestire l’ ansia da prestazioni sessuali; si possono utilizzare delle tecniche di rilassamento, per aiutare se stessi , o beneficiare dell’aiuto di un medico di famiglia , psichiatra e psicoterapeuta .

Ecco alcuni consigli per cercare di gestire la vostra ansia da prestazione .

1 . Cancellare situazioni stressanti che creano ansia. Se siete circondati da stress e ansia sul lavoro e in famiglia, dovreste cercare di gestire l’ansia intorno a voi.

2 . Utilizzare forme di rilassamento. Fare yoga , passeggiate nella natura , andare in palestra, coltivare degli hobby . Quanti di voi hanno visto un monaco buddista stressato ? Bisogna vivere una vita che promuova la consapevolezza e la tranquillità .

3 . Esercizi di respirazione possono diminuire l’ansia , regolare la frequenza cardiaca , hanno effetti positivi sulla pressione arteriosa, e riducono la tensione muscolare . Essi possono essere utilizzati al di fuori e all’interno della camera da letto .

4 . Tecniche di consapevolezza . E’ utile prestare attenzione ai pensieri, emozioni e sensazioni fisiche in un dato momento, essere presenti , imparando a limitare e gestire pensieri intrusivi che influenzano la vostra concentrazione sul piacere , la valorizzazione , la sensazione e il respiro .E’ necessario , creare un ambiente sicuro e protetto poiché l’ansia e lo stress sono fonte di distrazione. Imparare a liberare la mente con la meditazione, tecniche di rilassamento o esercizi di visualizzazione, al di fuori della camera da letto per una migliore regolazione, influisce sulla regolazione all’interno della camera da letto .

5 . Comunicazione . Parlare delle proprie paure, preoccupazioni e dire di cosa avete bisogno per sentirvi sicuro e protetto . Tale comunicazione può aprire le porte al comfort . Essere onesti con se stessi e il vostro partner è fondamentale nella gestione dell’ ansia .

6 . Focalizzarsi sul piacere . Il fulcro del sesso è quello di godere del piacere . Bisogna capire quali sensazioni vi piacciono , quali sono le vostre esigenze , quali sono i desideri del vostro partner.

7 . Esercizi di messa a fuoco sensoriale . Esercizi di intimità non genitale e il non rapporto aiutano una persona nell’esplorare la connessione , il comfort , l’intimità e l’ erotismo senza aspettative ansiose . Gli esercizi che si concentrano sullo sguardo , sugli abbracci , sul toccare , sulla comunicazione con il partner, sul massaggio , sulla masturbazione di fronte a partner, sulla masturbazione reciproca , orale e gli esercizi, sono solo alcune delle possibilità . Questi non sono un obiettivo orientato, ma, insegnano ad essere presenti e consapevoli del piacere con il partner.

8 . Aumentare il confort sessuale . Le origini dell’ ansia possono essere radicate nel disagio sessuale o nell’inesperienza ; leggere sulla sessualità , imparare tecniche sessuali , avere una migliore comprensione del vostro partner , avere la giusta respirazione , capire il linguaggio del corpo , i suoni ecc… possono migliorare il rapporto.

9 . Fare tutto con calma. Non è una corsa verso il traguardo. Il sesso non è incentrato sulla destinazione; ma sull’intero viaggio.

10 . Assumersi la responsabilità per il proprio orgasmo . Fare una chiacchierata con il vostro partner e discutere di questo importante argomento, è molto salutare . Quando decidiamo che siamo responsabili dei nostri orgasmi , possiamo alleviare la pressione di pensare che dobbiamo dare al nostro partner, a tutti i costi, un orgasmo . E’ bene, invece, concentrarsi sul piacere , la passione , la respirazione , l’entusiasmo e la sensazione.

11 . Utilizzare il rinforzo positivo . E ‘il momento di sfidare il rinforzo negativo usando il potere del pensiero positivo e della psicologia . Usare il rinforzo positivo , affermazioni e dichiarazioni per creare più energia positiva diretta verso di voi, è molto importante..

12 .Pensiero alternativo. Una classica tecnica di terapia cognitiva, sfida le distorsioni cognitive e ci incoraggia a lavorare sui pensieri distorti e sulla loro sostituzione con il pensiero alternativo.

13 . Ipnosi . Una tecnica che può aiutare gli individui a lavorare per diminuire l’ansia e lo stress .

14 . Cambiare la dieta , il regime di sonno e l’esercizio fisico, per una migliore regolazione del sistema- corpo . Non è un segreto che migliori abitudini alimentari , i cicli del sonno e le routine di allenamento fa miracoli per il corpo e i livelli di ansia .

15 . Aspettative realistiche . E ‘ realistico aspettarsi una vasta gamma di esperienze sessuali, alcune piacevoli , altre che sono dubbie , e altre negative. Bisogna anche aspettarsi qualche difficoltà sessuale , è comunque necessario essere realistici in tutte le aspettative e le reazioni .

16 . Aiuto professionale . Si consideri uno psicoterapeuta che vi aiuti a superare le difficoltà . Essi possono aiutare a riconsiderare la storia di ansia , l’attaccamento , l’infanzia , le questioni di famiglia , così come la storia sessuale . L’unica cosa certa è ogni uomo ha una sua storia personale che probabilmente lo forgia e lo colpisce . Un medico di assistenza primaria può aiutare a escludere un problema fisiologico .

17 . Fare attenzione ad alcune sostanze, come droghe o alcool . Alcuni farmaci aiutano a breve termine a gestire l’ansia , riducendo l’inibizione , aumentando il desiderio o l’eccitazione, ma a lungo termine, molti farmaci fanno l’esatto opposto di ciò che si spera; infatti molti uomini si sentono più ansiosi quando assumono sostanze che possono influenzare il funzionamento sessuale .

18 . Non distrarti . Pensare a qualcosa di diverso dal piacere e dal godimento sconfigge lo scopo del sesso. Perché si vuole evitare qualcosa che è destinato a creare piacere? L’evitamento è raramente la risposta esatta nel sesso .

CONSIGLI PER CURARE E RISOLVERE L’ANSIA DA PRESTAZIONE SESSUALI

L’Ansia da prestazione sessuale è molto comune , soprattutto tra gli uomini, la società ci sottopone continuamente a situazioni stressanti, che si ripercuotono anche nella vita affettiva.

L’ansia per le prestazioni sessuali può portare a problemi come l’eiaculazione o difficoltà a raggiungere l’orgasmo , e questo contribuisce a perpetrare l’ansia da prestazione sessuale anche in futuro .

Non sempre l’ansia da prestazione è legata all’ ansia sociale, ma spesso le due cose sono collegate .

TRATTAMENTO E CURA DELL’ANSIA DA PRESTAZIONE SESSUALE: COME SCONFIGGERLA E SUPERARLA

Si potrebbe pensare che la risposta a questa ansia sia quello di prendere tranquillanti , ma non c’è niente di più sbagliato; infatti i tranquillanti servono solo ad alleviare i sintomi, ma passato l’effetto tutto ricomincia da capo. Sono i metodi psicologici a ridurre l’ansia – come la consulenza , la psicoterapia e specifiche tecniche anti-stress – riducono l’ansia e rendono la vostra vita sessuale molto più piacevole .

Molti partner che non riescono a raggiungere un orgasmo durante il rapporto sessuale, non hanno alcun problema fisico sottostante, invece , il problema può essere dovuto in parte o in tutto alla preoccupazione di non essere in grado di eseguire bene l’atto. E’ proprio l’ansia ad impedire di godere appieno della situazione. La prima cosa da notare è che l’ansia, distrae e impedisce di interagire sessualmente con il partner . Spesso , quando le persone sono preoccupate dal sesso, non prestano la dovuta attenzione ai pensieri e alle risposte più erotiche che tipicamente accompagnano il relativo successo sessuale . Così, invece di pensare eroticamente , si può iniziare a pensare e rimuginare su quanto terribile sarebbe non riuscire a compiere l’atto, come questo sarebbe una ricaduta negativa sulla vostra mascolinità o femminilità , e ciò che il vostro partner potrebbe pensare.

Tale pensiero produce ansia da prestazione . L’ansia è un’emozione orientata al futuro in cui si catastrofizza sulle conseguenze di un possibile evento futuro . Nel caso dell’ ansia da prestazione sessuale, l’evento in questione è la mancata performance sessuale e le conseguenze catastrofiche percepite sono la perdita del rispetto di sé e la paura di cosa pensano gli altri, soprattutto il vostro partner sessuale . Così forse si pensa che un uomo deve avere un’erezione , o che una donna deve avere un orgasmo, e magari tralasciando la questione prettamente biologica e ovvia che avere un’erezione o un orgasmo non è una condizione necessaria dell’ essere uomo o donna .

Se si comincia a pensare che tutto debba avvenire in modo meccanico, è come se paragonassimo un uomo ad un orologio. Un orologio non ha libero arbitrio. I suoi movimenti sono puramente meccanici, un orologio non ha soggettività , non è cosciente di sé , ma voi lo siete .

Il tuo ” malfunzionamento ” non è nella parte meccanica, non è nel vostro pene o nella vagina , non è un malfunzionamento della vostra zona erogena ; si tratta piuttosto di un insieme di pensieri irrazionali che creano ansia da prestazione che a sua volta porta alla mancanza di orgasmo.

Una parte importante dell’ ansia da prestazione è la paura di ciò che gli altri penseranno di voi, soprattutto il vostro partner sessuale , se non si riesce ad eseguire un rapporto sessuale soddisfacente; si comincerà a pensare che il vostro partner non riuscirà a vedervi più sexy o che penserà che non siate un ” vero uomo ” o ” donna vera “.

Bisogna ricordare che il vostro valore non dipende dal fatto che riusciate o meno a raggiungere un orgasmo . Anche in questo caso , non sei un semplice meccanismo, tu sei un essere in grado di pensare , ragionare , agire , sentire il desiderio e il senso . Tu sei un essere auto- determinato , un essere che può decidere autonomamente le cose, è quindi hai anche un valore intrinseco: la dignità . Quindi bisogna rispettare se stessi . Comunque , non è veramente terribile , se non si riesce ad avere un orgasmo o non si può avere un’erezione, almeno non è al livello di una fusione nucleare o di un terremoto , in cui migliaia di persone periscono, e non è l’equivalente di un omicidio o uno stupro.

Infine , non si può controllare ciò che gli altri pensano di te. È il vostro partner che deve essere soddisfatto di te. D’altra parte si può avere un notevole controllo sull’esperienza sessuale . Si possono fare pensieri erotici , toccare, sentire …

La ricerca della gratificazione sessuale non dovrebbe di per sé essere trasformata in una fonte di dolore.

Allora cosa fare per l’ansia da prestazione sessuale ?Ecco, in sintesi, alcune cose che si possono fare:

* Finire di definire se stessi in base ad un orgasmo . Tu sei molto di più !

* Rispettare la tua dignità e il valore di un essere umano;

* Smettere di preoccuparsi di ciò che gli altri pensano di te ;

* Concentrarsi invece su ciò che si può controllare , il tuo mondo personale di pensieri erotici , fantasie , sensazioni e sentimenti ;

* Smettere di pensare a quanto sia deprimente non avere un orgasmo ;

COME SUPERARE L’ANSIA DA PRESTAZIONE

Se si soffre di ansia da prestazione sessuale , sarebbe bene consultare un medico che possa esaminarvi e fare qualche test per assicurarsi che non sia una condizione di salute o farmacologia a provocare i problemi di prestazioni sessuali. Durante l’esame il medico indagherà sulla vostra storia sessuale per scoprire da quanto tempo si manifesta l’ansia da prestazione sessuale e che tipo di pensieri interferiscono con la vostra vita sessuale .

Farmaci e altre terapie possono aiutare il trattamento della disfunzione erettile e altri problemi sessuali che sono dovuti a cause fisiche, se però non si tratta di un problema medico, il medico potrebbe suggerire di provare uno di questi approcci :

Parlare con un terapeuta , per fissare un appuntamento con un consulente o terapeuta esperto nel trattamento di problemi sessuali . La terapia può insegnare a sentirsi più a suo agio con la propria sessualità , e può aiutare a capire, e quindi ridurre o eliminare, i problemi che causano l’ ansia da prestazione sessuale . Gli uomini che sono preoccupati per l’eiaculazione precoce , per esempio , possono provare alcune tecniche che aiutano ad acquisire maggiore controllo dell’eiaculazione .

Siate aperti con il vostro partner . Parlare con il vostro partner dell’ansia può contribuire ad alleviare alcune delle vostre preoccupazioni . Cercando di trovare una soluzione insieme potrebbe effettivamente avvicinarvi come coppia e migliorare il vostro rapporto sessuale .

Sentirsi intimo in altri modi . Ci sono molti modi per essere intimo , senza in realtà fare sesso, fare al vostro partner un massaggio sensuale o fare un bagno caldo insieme . A turno provare piacere a vicenda con la masturbazione in modo da non sentirsi sotto pressione.

Distrarti . Provare a mettere su qualche musica romantica o un film sexy mentre si fa l’amore . Pensare a qualcosa di diverso dalla vostra prestazione sessuale può rimuovere le preoccupazioni che impediscono di raggiungere l’eccitazione .

L’ansia può essere definita come una sensazione di apprensione e paura caratterizzata da sintomi fisici , psicologici e cognitivi . Nel contesto di stress o di pericolo , queste reazioni sono normali . Tuttavia, alcune persone si sentono estremamente ansiose durante le attività quotidiane , il che provoca disagio e significativa compromissione della normale attività .

I disturbi d’ansia sono un gruppo di entità cliniche in cui, il sintomo preminente, è un livello anormale di ansia; questo gruppo include il disturbo di panico , fobia specifica e sociale , disturbo ossessivo-compulsivo ( OCD) , disturbo da stress post-traumatico ( PTSD ) , disturbo acuto da stress e disturbo d’ansia generalizzato . Le disfunzioni sessuali ( DS ) sono definite nel DSM come disturbi delle 3 fasi del ciclo di risposta sessuale : desiderio, eccitazione e orgasmo.

L’ansia gioca un ruolo importante nella patogenesi e manutenzione della disfunzione sessuale, questa co- presenza è molto comune nella pratica clinica : i pazienti presentano spesso un disturbo d’ansia , e in molti casi non è chiaro quale sia il disturbo primario . D’altra parte , per molti pazienti con disturbi psichiatrici una disfunzione sessuale può essere un disturbo persistente .

L’ansia rappresenta la via finale comune per cui i fattori sociali , psicologici , biologici e morali convergono ad alterare la risposta sessuale . L’espressione neurobiologica dell’ansia è complessa , ma si tratta principalmente di un rilascio di sostanze adrenergiche ( adrenalina e noradrenalina ) .

Sono generalmente considerati importanti nella patogenesi della SD , gli elementi psicologici, ma è difficile esplorare questi fattori con strumenti standardizzati; ci sono pochi studi che esplorano questa ipotesi utilizzando strumenti diagnostici e, in alcuni casi, questi studi hanno considerato l’ansia come un sentimento e non come entità clinica .

Ansia nei pazienti con disfunzione sessuale

Il complesso rapporto tra disturbi d’ansia e disturbi del desiderio, solo raramente è chiarito nella letteratura medica . Indotta da diversi fattori di stress , l’ansia può distrarre da stimoli erotici e può mettere in pericolo l’eccitazione sessuale , principalmente attraverso un aumento del tono simpatico, questo potrebbe compromettere l’erezione nei maschi e una riduzione della lubrificazione e tumescenza del clitoride nelle femmine .

Diversi studi hanno dimostrato che la prevalenza di disturbi d’ansia varia dal 2 % al 30 % nei maschi affetti da disfunzione erettile (DE ) , tuttavia, questi studi non sono riusciti a rilevare una correlazione significativa tra un tipo singolare di disturbo d’ansia e ED . Oltre al desiderio e all’eccitazione , l’ansia può compromettere anche la possibilità di avere un orgasmo.

Le emozioni negative , tra cui l’ansia o la paura di non riuscire a soddisfare le aspettative di un partner, rappresentano una delle più comuni cause di eiaculazione precoce (EP) , questo a causa di una iperattività simpatica che riduce il controllo dell’eiaculazione . Altri hanno sottolineato il ruolo di attenzione , il che suggerisce che gli uomini che sono in ansia durante il rapporto sessuale sono preoccupati per le prestazioni sessuali o adeguatezza sessuale , e che questi pensieri possono distrarre l’attenzione dalle sensazioni sessuali che precedono l’orgasmo e l’eiaculazione.

L’iperattenzione per le prestazioni e la paura di inadeguatezza nel soddisfare le aspettative dell’altro, tipico della fobia sociale , in cui la preoccupazione circa le prestazioni e il giudizio riflettono un elevato tono simpatico, provoca ED. Il rapporto tra l’ansia e l’eiaculazione ritardata è chiara, anche se alcuni ricercatori suggeriscono che l’ ansia da prestazione sessuale può contribuire alla ritardata eiaculazione.

Ansia e disturbi del dolore durante il rapporto sessuale

Alti livelli di ansia sono stati riscontrati nelle donne con dispareunia , che sembrano provare forti dolori durante il rapporto sessuale. I fattori fisiopatologici che regolano questo fenomeno non sono noti, ma un’ipotesi interessante suggerisce che esiste una forte relazione tra ansia e ipervigilanza nei pazienti con ansia e SD , con un’attenzione assegnata a stimoli minacciosi durante il rapporto sessuale.

Recenti studi hanno aumentato significativamente la comprensione della percezione del dolore e hanno dimostrato che una serie complessa di mesencefalo , e strutture corticali sono coinvolte nella percezione del dolore, che può essere divisa in un sistema laterale , somatosensoriale coinvolto nella discriminazione della località del dolore e l’intensità , e di un sistema mediale che media l’ anticipazione , timori , la qualità affettiva del dolore attraverso strutture libiche. Le disfunzioni di queste strutture limbiche , tra cui la corteccia ippocampale , possono essere coinvolte in SDS in cui il dolore rappresenta i sintomi prevalenti; i pazienti con dolore pelvico cronico hanno spesso una storia di traumi o abusi sessuali . Inoltre , alterazioni simili nella struttura limbica è stata dimostrata sia nei pazienti con dolore pelvico cronico che nei sopravvissuti di trauma, questo potrebbe suggerire che il dolore rappresenta non solo un sintomo di SD , ma anche un sintomo di un disturbo d’ansia più specifico come PTSD .

I problemi sessuali nei pazienti con ansia

Guardando l’altra faccia della medaglia, le difficoltà sessuali sono comuni in pazienti affetti da disturbi Il disturbo di avversione sessuale è la deviazione standard più comune nei pazienti con disturbo di panico , inoltre , è stato scoperto che nella loro serie , l’avversione sessuale era secondaria al disturbo di panico : i pazienti hanno dichiarato di evitare il sesso perché temevano un attacco di panico durante il rapporto . Questi risultati sono comuni in uomini e le donne e suggeriscono che l’avversione sessuale può essere parte dello spettro agorafobico.

L’evitamento sessuale può essere causato anche da ED nei maschi affetti da disturbo di panico . Gli studi sulla sessualità nei pazienti con fobia sociale mostrano una comorbilità di circa il 30 % . I disturbi dell’eccitazione ( perdita del desiderio durante il rapporto sessuale ), e i disturbi dell’orgasmo, eiaculazione sono più comuni nei maschi con fobia sociale . Il piacere e la soddisfazione sessuale sono alterati in persone con fobia sociale; le donne con fobia sociale hanno più probabilità di avere disturbi del desiderio concomitanti ( 45 % ) , dolore durante il sesso ( 40 % ) , e meno la frequenza dei pensieri sessuali.

I pazienti con disfunzione sessuale, possono segnalare disgusto sessuale , la mancanza di desiderio sessuale , molto bassa eccitazione , anorgasmia. I pazienti con disturbo ossessivo compulsivo subiscono una grave compromissione nelle relazioni sia interpersonali che sessuali e tendono a percepire se stessi come meno sensuali rispetto ai pazienti con altri disordini d’ ansia. I risultati sono un basso livello di piacere sessuale e una forte insoddisfazione per la propria sessualità.

PTSD colpisce la vita emotiva , sociale, professionale e sessuale, certo , questi pazienti hanno ED ( prevalenza di circa il 70 % nei veterani con PTSD ) e problemi con l’orgasmo , e quindi presentano un basso livello di soddisfazione sessuale.

Il rapporto tra l’ansia e la funzione sessuale è complesso , perché procede in 2 direzioni simmetriche : il sintomo principale e la conseguenza secondaria . Comprendere il legame di causa-effetto nella pratica clinica richiede esperienza e un punto di vista esteso .

Il rapporto tra l’ansia e la sessualità può essere teoricamente descritto come uno dei seguenti:

* L’ansia può causare insufficienza sessuale .

* SDS può causare ansia .

* SDS e l’ansia non sono causalmente correlati.

* L’ansia e SDS possono essere diverse espressioni degli stessi processi .

Le analogie in neurobiologia e la buona risposta ai trattamenti simili ( psicoterapia e / o SSRI) sembrano confermare l’ ultima ipotesi , suggerendo una radice comune di queste due manifestazioni . Avere una storia psicopatologica e sessuale completa rappresenta un passo importante nella diagnosi, che può influenzare la prognosi e la patologia .

Quando si analizzano i disturbi d’ansia , è importante considerare la vita sessuale del paziente , e viceversa. Quando valutiamo SD , si dovrebbe sempre considerare il disturbo d’ansia.

La valutazione clinica non dovrebbe essere limitata al paziente , ma dovrebbe estendersi anche al partner; in particolare i partner di uomini con SDS spesso non hanno solo una vita sessuale insoddisfacente ma anche un disturbo d’ansia.

Non è possibile essere estremamente ansiosi e sessualmente eccitati allo stesso tempo, questa è una semplice verità circa il modo in cui il corpo e la mente lavorano insieme , sfortunatamente , molte persone , prevalentemente gli uomini, non lo capiscono.

L’ansia sessuale è spesso parte dell’ ansia sociale, in cui le persone possono sentirsi inferiori agli altri.

La mente umana ha la tendenza a cercare le ragioni di tutto e poi a cercare esclusioni anche per la ‘verità’ che poi sceglie.

L’uomo ansioso non vede una mancanza di interesse sessuale per qualcuno che gli amici trovano attraente come un esempio di gusto personale , ma piuttosto come un segno che c’è qualcosa di sbagliato in lui . Se si tenta quindi di generare un tale interesse al fine di essere ‘normale’ e non si riesce a raggiungerlo, , è quindi probabile che si cerchino i motivi all’interno di se stesso . L’ uomo ansioso comincia a chiedersi come viene visto dagli altri uomini; questo porta inevitabilmente ad una eccessiva preoccupazione quando rileva qualsiasi sentimento positivo in se stesso per un altro uomo, ignaro del fatto che ognuno di noi ha una scala diversa di interesse per gli altri; comincerà così a controllare i suoi pensieri e le emozioni . Ancora una volta , inevitabilmente , questo significa che egli avrà pensieri sul sesso quando entrerà in contatto con un uomo che non trova del tutto repellente , perché egli ha legato nella sua mente gli uomini attraenti , la paura e il sesso. Questo è un altro tratto che hanno tutti gli esseri umani, così ‘ vedere un uomo di bell’aspetto , significa pensare al sesso ‘ diventa una risposta cronica per l’ uomo sessualmente preoccupato e lo immerge più profondamente nella insicurezza.

Un’altra area di dubbio sessuale è quando la persona interessata si preoccupa della ‘performance’ . Ancora una volta , questo è quasi sempre una preoccupazione maschile poichè le donne tendono a non preoccuparsi molto di questa area della sessualità. Come detto in precedenza , mantenere l’eccitazione fisiologica , l’erezione , è praticamente impossibile quando l’uomo è molto ansioso , così diventa un circolo vizioso : per un motivo o un altro , l’ uomo si preoccupa per la sua sessualità e per le prestazioni.

Quando l’uomo ansioso riesce a mantenere le prestazioni sessuali , un altro settore difficile è ‘ il monitoraggio’ . Questo significa che l’ uomo sta monitorando il suo successo con poca o nessuna preoccupazione per il suo partner; questo non solo significa che le esigenze del partner non sono rispettate ma anche che l’uomo non è in contatto con i suoi cambiamenti in atto durante il rapporto. Potrebbe anche significare che il coinvolgimento dell’uomo nell’atto sessuale è tutto orgasmo piuttosto che l’intima celebrazione di una relazione.

Se l’uomo non è in grado di vedere al di là del soddisfare i suoi bisogni, egli potrebbe trovare estremamente difficile capire perché la sua vita sessuale è così insoddisfacente . Questo , per l’uomo con problemi di autostima significherà , ancora una volta , guardare dentro se stesso per cercare le cause probabili . Una difficoltà sessuale finale può sorgere quando un uomo si aggrappa alla convinzione errata che gli uomini devono essere sempre pronti , disposti e in grado di avere rapporti sessuali. Questo non è vero . Se l’autostima è troppo strettamente legata agli interessi sessuali , allora la persona in questione può vedere l’eccitazione sessuale come mezzo di controllo sulla normalità : un desiderio di rapporti sessuali significa che tutto va bene, invece, il disinteresse sessuale significa che questa persona è anormale .

Come per ogni disturbo d’ ansia , è fondamentale mettere in discussione la ‘verità’ . Se una ‘verità’ ci sta provocando dolore , allora è il momento di tirarla fuori e rifletterci su. Le probabilità sono che abbiamo considerato delle sciocchezze come verità assolute, come se fossimo programmati geneticamente ad accettare senza discutere una grande quantità di ciò che ci viene detto, come si fa con i bambini. Mettere in discussione un ‘verità’ non significa mancanza di rispetto per la persona o il gruppo che ha alimentato questa credenza, è invece un requisito di chi vuole crescere e svilupparsi emotivamente . Il lavoro è duro ma è un’attività essenziale per la persona che veramente vuole essere libero dal disturbo d’ ansia.

Questo è quello che è successo :

1 . Ho vissuto un periodo in cui non riuscivo a raggiungere l’erezione con una ragazza da cui ero attratto .

2 . Ho sentito un forte senso di colpa e di vergogna perché avevo ” fallito ” a letto . Mi sentivo distrutto.

3 . Sono preoccupato per la possibilità che succeda di nuovo .

4 . Ci ho pensato così tanto che è diventata lentamente una convinzione . Ho iniziato a credere che c non sono più in grado di avere rapporti sessuali.

5 . La volta successiva che ho fatto sesso , poiché avevo provato fallimento così spesso nel mio cervello ,non sono riuscito ad avere un rapporto soddisfacente.

6 . Il ciclo continua e la mia ansia da prestazione è peggiorata col passare del tempo.

Questo ha letteralmente rovinato i rapporti interpersonali e ha portato alla depressione . È comunque possibile superare l’ansia da prestazione.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme
IL VIDEOCORSORICHIEDILO