Essere preorgasmiche: cos’è e cosa fare

Essere preorgasmiche: cos’è e cosa fare

Le donne che sono preorgasmiche non hanno avuto l’esperienza di raggiungere l’orgasmo con un partner o da sole; le possibili cause di questa condizione sono un’educazione sessuale repressiva, l’abuso sessuale infantile o l’ignoranza generale sul corpo e sul sesso. Di solito l’approccio migliore potrebbe essere quello di consultare un sessuologo o un terapista del sesso per indagare sulle cause profonde e le possibili soluzioni.
Le donne che possono raggiungere l’orgasmo da sole, ma non con un partner, dovrebbero in primo luogo escludere la possibilità che siano i farmaci a determinare questa situazione.
Possibili problemi di relazione includono: mancanza di fiducia, paura dell’intimità, incapacità di “lasciarsi andare” a letto, una storia di orgasmi finti o la scarsa comunicazione con il partner.

Cosa fare

Il primo passo è indagare sui fattori causali che permettono di avere un orgasmo da soli, ma non con il partner; ad esempio, il clitoride richiede un certo tipo di stimolazione che cambia in ogni situazione? È necessario conoscere il proprio corpo, al fine di godere del sesso; bisogna assumersi la responsabilità di imparare le risposte sessuale e poi raccontare e mostrare al partner il tipo di stimolazione sessuale che ti piace: ricordate, la comunicazione è fondamentale.
Infine, potrebbe essere necessario cercare un aiuto professionale.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme