Malattia di La Peyronie: sintomi e cura

Malattia di La Peyronie: sintomi e cura

La malattia di Peyronie è una malattia rara che può avere un impatto negativo o che addirittura può compromettere la funzione sessuale a causa di una curvatura del pene causata da un accumulo di tessuto cicatriziale.
Mentre ogni uomo è unico, questa condizione va ben oltre una leggera curva e provoca sintomi che possono variare da lievi a gravi e devastare la vita sessuale di un uomo così come la sua autostima.
Un accumulo di placca si può sviluppare sulla parte inferiore o superiore del pene, sotto la pelle, spesso a partire da un’infiammazione localizzata che poi si indurisce. Questo tessuto fibroso duro porta ad una flessibilità ridotta, in modo che l’erezione costringe il pene a piegarsi man mano che diventa eretto, portando a disagio, dolore e incapacità di avere rapporti sessuali.

Sintomi

Molto spesso il primo sintomo della malattia di Peyronie è un indurimento dei tessuti sotto la pelle, di solito lungo l’asta del pene; questo indurimento in molti casi passa inosservato fino a quando, durante l’erezione, non si verificano gli altri sintomi.
Le erezioni possono portare i seguenti sintomi:

• curva del pene, diminuzione in lunghezza e circonferenza del pene
• dolore che può variare da lieve a grave
• dolore durante i rapporti
• problemi a realizzare la penetrazione

Insieme ai sintomi fisici, ci sono anche alcuni sintomi emotivi comuni.
L’incapacità di mantenere l’erezione o di fare sesso può avere un forte impatto sull’autostima di un uomo e può causare problemi nelle sue relazioni.

Diagnosi della malattia di La Peyronie

Per diagnosticare la malattia è necessario un esame fisico eseguito da un professionista sanitario. Poiché frattura e altre lesioni del pene possono causare cicatrici e indurimento del tessuto, la diagnosi richiederà un esame da effettuarsi durante l’erezione; l’esame sul pene flaccido confermerà la presenza di tessuto duro, ma solo l’esame durante l’erezione può confermare se l’indurimento è legato alla malattia di La Peyronie. Lo specialista, se necessario, può utilizzare un farmaco da iniezione per provocare l’erezione.
Lividi o gonfiore del pene, dolore durante o dopo il rapporto sessuale, potrebbero indicare la malattia di La Peyronie o comunque la presenza di un altro problema medico; consultare lo specialista se si verifica uno di questi sintomi.

Trattamento

In alcuni casi, i sintomi della malattia di La Peyronie si risolverà da sola o sarà abbastanza lieve da non richiedere alcun trattamento. Spesso i medici suggeriscono di aspettare almeno un anno prima di optare per il trattamento, nella speranza che la condizione si risolva da sola quanto prima. Per coloro che vivono nel disagio, che hanno gravi problemi a mantenere l’erezione o che non riescono ad avere rapporti sessuali a causa di una curvatura estrema del pene, il trattamento dev’essere iniziato il prima possibile. Ci sono diverse opzioni di trattamento disponibili:

• iniezioni di corticosteroidi nel tessuto indurito
• verampamil, una iniezione di farmaci comunemente usati nel trattamento della pressione alta
• interferone alfa 2-B
• litotripsia, un tipo di terapia ad onde d’urto
• amminobenzoato potassio
• chirurgia

L’efficacia di questi trattamenti varia da persona a persona e alcuni dei potenziali effetti collaterali possono causare la disfunzione erettile. Secondo alcuni studi, il verapamil e l’interferone alfa-2b riducono la curvatura del pene, mentre altri trattamenti come gli steroidi hanno effetti collaterali indesiderati, come la morte del tessuto sano . Per la scelta del giusto trattamento sarà necessario lavorare a stretto contatto con uno specialista provando anche diverse opzioni.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2017 Frontier Theme